Home » TOSCANA » LA TERRA DI LEONARDO

LA TERRA DI LEONARDO

PISA, LUCCA E LA TERRA DI LEONARDO

PISA, LUCCA E LA TERRA DI LEONARDO - VOLENDO VIAGGI

1° GIORNO - PISA E VIAREGGIO

Arrivo a Pisa e visita alla città famosa per la sua Torre Pendente nel meraviglioso Campo dei Miracoli: si visiteranno il Duomo con la sua facciata coronata da loggette e ornata con sculture, il Battistero e la Chiesa di Santa Maria della Spina definita un gioiello d'arte romanico-gotica. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio ci portiamo nell'esclusiva località balneare: Viareggio, nel lungo mare la Bella Riviera crea un suggestivo orizzonte con il cielo che si confonde con il mare. L'architettura ha conservato la bellezza di un'epoca passata in una bellissima riviera fiorita a fianco dell'arenile. Nella serata rientro in hotel per cena e pernottamento.


2° GIORNO - LUCCA E LE VILLE LUCCHESI

Dopo la prima colazione si parte per Lucca, bella e vivace cittadina, che conserva il fascino di una piccola ed antica Città-Stato italiana. La sua politica accorta gli ha consentito nei secoli di rimanere libera ed indipendente. Rimasta quindi miracolosamente estranea alle distruzioni delle guerre, mantiene ancora oggi intatto un patrimonio artistico tra i più importanti della Toscana. La visita di solito prevede il seguente itinerario: Piazza San Michele al foro con l'omonima chiesa romanica, duomo di san Martino, si prosegue con la passeggiata nelle caratteristiche vie medievali tra le quali via degli antiquari e l'elegante Via Fillungo, tra la torre alberata dei Guinigi e di Piazza Anfiteatro, la basilica di San Frediano una delle più antiche chiese cittadine. Nel pomeriggio visita alle ville lucchesi: a pochi minuti dalle mura di Lucca, immerse nella campagna tra olivi e vigneti, si trovano le eleganti ville nobiliari. Queste non furono solo residenze di villegiatura, ma spesso veri e propri luoghi di rappresentanza. La loro bellezza architettonica ed il fasto di alcuni arredi interni ne sono una evidente testimonianza. Di norma il programma prevede la visita a Villa Torrigiani e ai giardini di Villa Reale: Villa Torrigiani Santini Spettacolare villa barocca. Possiede giardini ancora intatti nelle forme originali, ricchi di sorprese e scherzi d'acqua. L'interno visitabile è completamente arredato. Parco della Villa Reale di Marlia: Dal 1805 fu la residenza preferita della Principessa Elisa Baciocchi Bonaparte, sorella di Napoleone. Visita del vasto parco e degli spettacolari giardini fra i quali spicca per l'originalità il teatrino di "verzura" dove si esibì il celebre violinista Paganini. L'interno della villa non è visitabile.


3° GIORNO - PISTOIA E VINCI

La città di Pistoia è ricca di monumenti. La Piazza del Duomo, da secoli centro sia del potere civile che di quello ecclesiastico, comprende edifici di notevole importanza artistica. Tra questi la Cattedrale, intitolata a San Zeno, con facciata in stile romanico, al suo interno il famoso altare argenteo si San Jacopo. A fianco della Cattedrale troviamo il Campanile, costruito su di un'antica torre di origine longobarda, in stile romanico. Raggiunge un'altezza totale di quasi 67 metri. Sempre nella Piazza del Duomo, troviamo il Battistero trecentesco, in stile gotico, con decorazioni in marmi bianco-verdi di Prato. Altri edifici interessanti sono; l'ex Palazzo dei Vescovi, con un loggiato al primo piano in stile gotico, il Palazzo Pretorio o di Giustizia, sempre in stile gotico, ma ampliato nell'Ottocento (notevole il cortile interno con gli stemmi dei magistrati); il Palazzo di Giano o del Comune, con una bella facciata ornata di bifore e trifore. Completano la Piazza l'ex chiesa di Santa Maria Cavaliera e la massiccia torre medievale di Catilina, alta 30 metri. Nei pressi della piazza del Duomo, troviamo la "piazzetta della Sala", dove si svolge da secoli il mercato degli ortaggi, con al centro il pozzo in marmo detto "del Leoncino". Nel pomeriggio visita di Vinci: famosa per essere il paese in cui è nato Leonardo ma vale una visita oltre che per il museo, per la suggestione che suscita, per i paesaggi tipicamente toscani, per le belle e rustiche case sparse ovunque. Il museo di Leonardo è una struttura nella quale ci si avvicina al genio di Leonardo in modo originale, grazie a simulazioni e computer a disposizione dei visitatori. Suggestiva la vista che si gode dalle vetrate del museo, curiosa ed ardita la piazza illuminata in entrata.


4° GIORNO - PRATO

Nata su un accampamento di origine longobarda , Prato si sviluppò, nel medioevo, attorno alla Pieve e al Castello, le sue mura trecentesche racchiudono l'antico nucleo con le caratteristiche case-torri. Oggi è importante per la produzione ed il commercio delle stoffe. La visita di norma prevede: il Castello dell'Imperatore, unico esempio di architettura sveva nell'Italia centro-settentrinale. Costruito nel 1240 come sede toscana del Vicario di Federico II, il Cassero medievale, che univa il Castello alle mura cittadine, ancor oggi è percorribile la Basilica Santa Maria delle Carceri, tempio rinascimentale a croce greca progettato da Giuliano da Sangallo, su indicazioni di Lorenzo il Magnifico e impreziosito al suo interno dalle opere in terracotta in vetriata di Andrea della Robbia la Cattedrale di Santo Stefano, in stile romanico-gotico caratterizzata dal pulpito esterno di Donatello e Michelozzo, la Piazza del Comune con i Palazzi medievali: Palazzo Comune e Palazzo Pretorio, il Palazzo Datini.

VOLENDO VIAGGI

VOLENDO VIAGGI

[an error occurred while processing this directive]