Home » ESCURSIONI » FRASASSI

FRASASSI

LE GROTTE DI FRASASSI

LE GROTTE DI FRASASSI - VOLENDO VIAGGI

Le grotte di Frasassi sono delle grotte carsiche sotterranee che si trovano all'interno del Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi nel comune di Genga nella provincia di Ancona. Il complesso è formato da una serie di grotte di cui la prima visitabile dall'attuale ingresso è l'Abisso Ancona, talmente ampio da poter contenere al suo interno il Duomo di Milano!!
Qui di seguito vi riportiamo alcuni dei percorsi guidati che si possono effettuare all'interno delle grotte.

 

PERCORSO GUIDATO ''ABISSO ANCONA''
Si tratta di una passeggiata di circa 1h e 15 min, accessibile a tutti ad una temperatura di 14 gradi costanti tutto l'anno. Consigliamo scarpe comode e una felpa durante i mesi estivi. 


Abisso Ancona
L'Abisso Ancona è la prima parte della grotta apparsa ai suoi scopritori ed ha preso il nome della loro città di Provenienza.E' un'enorme cavità, forse tra le più grandi in Europa e nel mondo, che presenta queste dimensioni: 180 metri di lunghezza, 120 metri di larghezza e 200 metri di altezza. Nel fondo della cavità si puo' osservare un caotico ammasso di blocchi, risultato dei movimenti distruttivi e dei crolli che si sono verificati nel corso dei millenni e che hanno dato origine all'Abisso Ancona.


Laghetto cristallizzato
Guardando in basso sulla destra si può notare l'"angolo del paradiso", mentre in alto sulla parete sinistra la "fetta di pancetta".
Inoltrandosi nel percorso turistico, sulla destra in basso, è visibile un laghetto cristallizzato a seguito della saturazione di un bacino di acqua ad opera del carbonato di calcio, successivo alla evaporazione e alla variazione del livello idrico nel tempo.
Sopra questa cristallizzazione è presente una stalagmite ferrigna di oltre due metri sulla quale, lateralmente, si è originata una piccola concrezione bianca.
Vista in prospettiva, la sua forma particolare ha stimolato la fantasia doviziosa degli speleologi che l'hanno battezzata con enfasi il "diavolo con la candela".


Cascata del Niagara
Altro particolare che colpisce l'attenzione del visitatore è il "Niagara", una colata bianchissima di calcite allo stato puro, anch'essa di notevoli dimensioni. La sala Abisso Ancona si conclude con un vistoso abbassamento della volta, dopo il quale inizia la seconda sala, designata "sala dei duecento".


Castello Fatine
Ai margini del laghetto di cristallo si erge il "castello della fatina", così battezzato per il suo aspetto di guglie e pinnacoli.


I giganti
Al centro della sala domina l'imponente gruppo di stalagmiti millenarie denominate "I giganti". Valutato il diametro (2 mt - 5 mt) e l'altezza (1,50 mt - 20 mt), possono essere sicuramente considerate le più importanti stalagmiti della grotta. Da questo luogo, osservando la cupola dell'"Abisso Ancona", è possibile vedere l'apertura naturale attraverso la quale, il memorabile giorno del 29 settembre 1971, i primi speleologi si sono calati all'interno del complesso ipogeo per annunciare al mondo la loro scoperta, "Albo signando lapilla".



PERCORSO GUIDATO ''SALA 200''
Una passeggiata di circa 1h e 15 min, accessibile a tutti ad una temperatura di 14 gradi costanti tutto l'anno. Consigliamo scarpe comode e una felpa durante i mesi estivi.


Sala 200
Il nome dell'ambiente è riferito alla sua lunghezza la cui estensione misura 200 metri circa.


Castello delle streghe
All'inizio ci sono delle concrezioni bizzarre, tutte tendenti al colore rossastro. Una di queste si è formata su una roccia precipitata dalla volta ed è formata da tante stalagmiti simili a guglie fra le quali una ha raggiunto nella crescita una stalatite del soffitto, formando la "Colonna". Questo gruppo di concrezioni è stato chiamato "castello rosso" o "castello delle streghe".


Sala Barbara
Superato l'obelisco, sulla sinistra in basso si puo' vedere un pozzo che da l'accesso alla "Sala Barbara".


Obelisco
Sulla volta, appena percettibile, una stalatite lunga metri 7,40, menzionata la "spada di Damocle" e voluminosi camminamenti in collegamento con i piani superiori della grotta. Di fronte al visitatore (nella direzione del senso di marcia), domina solitario e imponente l'"obelisco", considerato da sempre il punto di riferimento per tutti gli speleologi che hanno operato nella grotta.
Questa stalagmite, che ha per base una enorme roccia caduta dell'alto, ha un'altezza di circa 15 metri compreso il basamento. A fianco, in un angolo di grotta, su una colata simile ad una tavolozza, si trova un'ampia gamma di colori: il bianco, il terroso, il rosa con lievi sfumature di grigio cenere, caratteristico dell'ossido di manganese.

 

PERCORSO GUIDATO ''GRAN CANYON''
Una passeggiata di circa 1h e 15 min, accessibile a tutti ad una temperatura di 14 gradi costanti tutto l'anno. Consigliamo scarpe comode e una felpa durante i mesi estivi.



Gran Canyon
Il nome dell'ambiente è riferito al fatto che si attraversano dei crepacci in fondo ai quali si trovano cavità completamente allagate in quanto raggiungono la faida freatica, vale a dire lo stesso livello del fiume Sentino, che si snoda all'esterno lungo la Gola di Frasassi.


Canne d'organo
Si tratta di un gruppo di stalatiti parallele che semprano formare un organo e che, se colpite delicatamente danno suoni diversi.


Sala Candeline
Si incontrano ai bordi di un laghetto numerosi esili stalagmiti che danno forma alla preziosa "sala delle candeline", dove in ogni luogo la natura ha dispiegato la originalità eccentrica della sua insuperabile autenticità.



Prezzi a persona:
(I biglietti comprendono la visita guidata alle grotte, parcheggio, il trasporto alle grotte con navetta, l'ingresso al Museo Speleo-paleontologico di San Vittore e al Museo di Genga)
A partire da 20 persone: EURO 12,00 (ingresso gratuito ogni 20 pax)
Individuale: EURO 15,50



Visitate la nostra galleria di foto nella sezione dedicata alle grotte di Frasassi


Foto Frasassi

 

VOLENDO VIAGGI

VOLENDO VIAGGI

website under maintenance